#ONLYBIO: IL BURRO DI KARITE’

Come si inizia un articolo che parli di prodotti bio? E con quale cosmetico sarebbe giusto lanciare questa rubrica? Sono le prime domande che mi sono posta quando ho accettato questa splendida collaborazione.

 Direi di partire in ordine di priorità, quindi dai prodotti che non dovrebbero mai mancare in casa:
  • Burro di Karité
  • Aloe Vera
  • Arnica
  • Echinacea
  • Vitamina C
 Oggi puntiamo i riflettori sul BURRO DI KARITE’: la bellezza delle donne!
Il Burro di Karité, si ricava dai noccioli di karitè, un albero che nasce in Africa sulle sponde del Nilo.
Secondo le antiche tradizioni indigene, sono le donne ad essere le custodi di questo arbusto ritenuto sacro in quanto è dimora di uno spirito che solo i balli e canti delle donne riescono a saziare.
Questo è dunque il segreto della loro pelle morbida e vellutata.
In Africa, infatti, l’albero del karité è chiamato Shea o albero della giovinezza perché si dice che doni gioventù eterna.
QUALITA’
 
Si presenta come una sostanza burrosa dal colore tendente al giallo con un odore molto forte e persistente, ma è possibile smorzarlo con qualche goccia di olio essenziale.
Si scioglie a temperatura corporea e può essere utilizzato sia per gli alimenti che in campo cosmetico.
Nelle nostre tradizioni culinarie il Burro di Karité può risultare un elemento forte, non gradevole ma, a chi piace, può dare un tocco esotico ad ogni piatto perché dal gusto etnico e deciso.
Si può utilizzare nella preparazione di dolci, come condimento, per la base di una salsa o semplicemente sul pane tostato, al pari del burro di arachidi. È un alimento ricco di antiossidanti, acidi grassi essenziali e vitamine, per questo è un bene usarlo anche in cucina.
In campo cosmetico, ha la capacità di proteggere la pelle dagli agenti esterni come il freddo ma anche dai raggi solari prevenendo scottature e mantenendo più a lungo l’abbronzatura.
Protegge la pelle dell’azione dei radicali liberi grazie alle sue proprietà antiossidanti, è consigliato in gravidanza o quando ci si prepara ad affrontare un importante perdita di peso perché previene la formazione delle smagliature.
È un ottimo rimedio naturale contro le piccole scottature, i dolori articolari e muscolari: grazie alla sua azione cicatrizzante e lenitiva, infatti vi consiglio di utilizzarlo dopo la rasatura o post ceretta (oltre ad addolcire la pelle aiuterà a prevenire un eventuale follicolite).
Mamme! Usatelo in caso di arrossamenti dovuti al pannolino del vostro piccolo.
Il Burro di Karitè non lascia la pelle molto unta ed ha un elevato grado di assorbimento per questo può essere utilizzato anche sul viso, infatti è un ottimo anti-age per il viso e decolletè perché rallenta l’invecchiamento cutaneo e ripristina nelle pelli mature elasticità e compattezza.
È un toccasana anche per i capelli come impacco pre-shampoo perché dona vitalità, nutrimento, lucentezza e aiuta a mantenere sotto controllo il crespo, soprattutto in presenza di punte secche e trattate.
Infine permette l’ossigenazione del tessuto epidermico e migliora l’eliminazione degli scarti metabolici.

Beh, che altro dire?

Ho fatto bene a posizionarlo al primo posto dei “mai più senza”?

RICETTA HANDMADE

Vi lascio con una piccola ricetta per i vostri capelli da usare su lunghezze e punte bagnate come impacco pre-shampoo:
  • Burro di karite
  • Olio al monoi
  • Aloe vera
Distribuite e massaggiate avvolgendo il tutto con un asciugamano umido e caldo, da tenere in posa per 20 minuti!
Poi procedete con il vostro rituale shampoo e balsamo.
The following two tabs change content below.

Sara Maugeri

Ultimi post di Sara Maugeri (vedi tutti)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *