RITROVARSI E RISCOPRIRSI: CADO E MI RIALZO

Più volte ultimamente mi è capitato di pensare cosa potervi scrivere e cosa vorrei davvero dire.

In mente mi vengono flash di frasi che vorrei condividere con chi ha avuto la mia stessa esperienza o con chi per fortuna sua, vive una vita felice con una famiglia appagata.

Il che dovrebbe essere così…

Quando si decide di seguire l’amore, si è disposti a lasciare: la città, la famiglia, la tua vita, ma soprattutto lasciare te stessa.

Fare questa scelta a 30 anni è un salto nel vuoto, e più l’età aumenta e più difficile è ricominciare a ricostruire qualcosa.

Anche se, in fondo non si finisce mai di ricominciare e di ricostruire se stessi.

Bene…

Sono una donna separata, e sto provando a ricostruire la mia vita con mille difficoltà e quando penso di aver superato qualcosa, va sempre peggio e succede sempre qualcosa che mi fa cadere e rialzare.

Cado e mi rialzo…

Cado e mi rialzo…

A volte mi stanco e perdo le speranze, ma il pensiero va subito a mia figlia, che riesce a trasmettermi tanta forza, trasformandomi in una guerriera.

Ciò che ti lega ad una persona non è il matrimonio, ma un figlio.

Scegliere di dare alla luce un figlio è l’unico “Sì” che dura per sempre…

Probabilmente per me è cambiato tutto così velocemente da non rendermene conto: di colpo mi si sono scagliate addosso tante cose, sono esplosa ed i nodi sono venuti al pettine.

Ai problemi, difficoltà, incomprensioni, si sono sommate rabbia e rancore con l’uomo che ho sposato,  trasformandosi da marito a nemico..

Il senso di fallimento è diventato sempre più un gran peso, perché idee, prospettive e speranze sono andate tutte in frantumi.

Nella mia vita ho passato varie fasi di alti e bassi.

Ed è un continuo capirsi, accettarsi, riscoprirsi e ritrovarsi sola con se stessa e i proprio vuoti.

Ma la cosa più importante è: contare solo ed esclusivamente su se stessi.

Adesso mi ritrovo sola, ed anche le amicizie fatte non riesco a paragonarle con i rapporti creati nella città che ho lasciato.

Sono sola ad affrontare tante cose che nella quotidianità mi capitano,  dalle cose più semplici alle cose un po’ più particolari che non avrei mai pensato di fare da sola.

…E quello che ieri mi sembrava difficile, è  già passato.

Sapete quante volte ho pensato di non farcela e di tornare nella mia città natale dove avrei un sostegno diverso?

Ma la mia scelta l’ho già fatta anni fa.

Ed anche tra mille difficoltà, disagi e solitudine, la voglia di continuare a combattere non mi ha mai fatto abbandonare la mia decisione; sopratutto perché non voglio separare mia figlia da suo padre.

Ricordate sempre: i figli non possono pagare per le nostre colpe e i nostri sbagli.

Alla prossima

Daniela

The following two tabs change content below.

Daniela P.

Ultimi post di Daniela P. (vedi tutti)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *